Con energia verso una maggiore economicità

Energia dal vapore acqueo

Le turbine a vapore o a condensazione operano con i combustibili fossili, l'energia solare, le biomasse o l'energia nucleare, per fornire il vapore necessario all'interno del generatore di vapore. Il vapore viene condotto verso la turbina mediante apposite tubazioni. I moderni impianti funzionano nel campo di temperature fra i 600 e i 700 gradi centigradi e a pressioni fra i 250 e i 350 bar. Generalmente in simili impianti, che possono raggiungere i 1600 megawatt di potenza, operano più semiturbine, collegate ad un albero comune.

Come per tutti gli impianti di produzione di energia, anche in questo caso, i requisiti di rendimento, affidabilità, ecosostenibilità e redditività sono sempre più impegnativi. In condizioni di pieno carico, i singoli componenti delle turbine a vapore sono soggetti ad elevatissime sollecitazioni fisiche: ad esempio, le punte di pale direttrici per
turbine da 1400 mm di lunghezza raggiungono velocità di 500 metri al secondo, vale a dire circa 1,5 volte quella del suono.

​Per realizzare queste turbine si impiegano acciai martensitici ad alta resistenza, oppure leghe al titanio. Materiali la cui lavorazione richiede soluzioni di utensili efficienti. Ai costruttori di impianti per la produzione di energia, Walter offre le soluzioni ottimali, grazie a decenni di esperienza in materia ed alla sua capacità inventiva nei materiali da taglio.