Con energia verso una maggiore economicità

Trasmissione

Il riduttore di un impianto eolico è composto da vari componenti complessi, che devono interagire in modo ottimale per garantire il massimo rendimento energetico.

 

Il carter trasmissione, data la sua forma complessa, comporta difficoltà a partire dal serraggio; a ciò si aggiungono le possibili vibrazioni in fase di lavorazione.​​

Gli ingranaggi planetari vengono fissati sul supporto planetario: tale componente costituisce il collegamento fra gli ingranaggi centrali, la ruota planetaria e la corona dentata interna. La lavorazione si basa su operazioni di fresatura e tornitura.

​​

La corona dentata interna nel riduttore contribuisce a convertire i bassi numeri di giri in ingresso (rotore) in numeri di giri in uscita più elevati (generatore). Il diametro delle corone dentate cave è generalmente compreso fra 1000 e 2500 mm. Nella lavorazione è particolarmente importante fresare in modo ottimale e preciso la dentatura, al fine di ridurre al minimo i costi consequenziali di processo (rettifica).

Il supporto dinamometrico viene realizzato in ghisa a grafite sferoidale. Con questo componente il riduttore viene fissato alla piattaforma, al fine di impedire rotazioni con l'albero principale ed il rotore. Data la struttura ampia e piana, occorre un serraggio adeguato per impedire vibrazioni in fase di lavorazione.

Ai nostri Clienti offriamo i processi di lavorazione più idonei e gli utensili di asportazione più adatti per tutti i componenti del riduttore.